Tu sei qui

Procedure per la presentazione dei Progetti a.s. 2019-20

Circolare N°: 
7
Data di emissione: 
10/09/2019

Al personale Docente

p.c. alla DSGA

p.c. al personale Amministrativo

 

Oggetto: Procedure per la presentazione dei Progetti a.s. 2019-20

 

Al fine di semplificare e uniformare le procedure di presentazione e realizzazione dei molti progetti che il Girardi promuove da tempo, allego alla presente un vademecum rivolto a tutti i docenti che sono referenti o organizzatori di progetti.

 

I modelli da utilizzare (Scheda di Progetto e Scheda di Rendicontazione finale del Progetto) sono disponibili nell'area riservata del sito nella sezione Modulistica Riservata – Progettazione POF 2019-20. Chiedo ai Coordinatori di Dipartimento, di Indirizzo, ed alle Funzioni Strumentali, di raccogliere tutte le proposte e presentare un'unica scheda contenente il Progetto comprensivo di tutti le singole Azioni, direttamente in presidenza entro martedì 24 settembre 2019.

 

Ringraziando in anticipo per la collaborazione e l'impegno già manifestato nelle prime riunioni di quest'anno scolastico, chiedo a tutti un'attenta lettura del Vademecum anche al fine di identificare imprecisioni o proporre miglioramenti.

Rimango a disposizione per ogni chiarimento o dubbio relativo alle procedure indicate nel documento.

 

 

Il Dirigente Scolastico

Francesco Merici

 

 

 

VADEMECUM PROGETTAZIONE DI ISTITUTO

a.s. 2019/2020

 

A. Presentazione dei progetti

 

1. La progettazione delle attività che caratterizzano la ricchezza del Girardi è un momento significativo della funzione educativa del corpo docenti, per cui è opportuno che non si limiti ad un'attività individuale, ma coinvolga i vari Dipartimenti Disciplinari oppure si appoggi al docente Funzione Strumentale d'area.

 

2. Ogni progetto:

a) deve essere coerente con l'Offerta Formativa del Girardi;

b) deve rispondere ad un bisogno formativo espresso dagli studenti, dalle famiglie o dal territorio, oppure deve collegarsi a obiettivi strategici della scuola;

c) assorbe risorse (umane, finanziarie e strutturali), per cui occorre tener conto delle risorse limitate della scuola che vanno divise tra tutte le attività proposte, in base a priorità indicate dal Collegio dei Docenti e soprattutto dal Consiglio di Istituto;

d) molti progetti hanno costi a carico delle famiglie, per cui si rende necessaria un'attenta valutazione per non andare a gravare troppo sui bilanci familiari.

 

3. I progetti vanno presentati utilizzando l'apposita modulistica scaricabile dal sito. Il coordinatore di Dipartimento, di Indirizzo e le Funzioni Strumentali propongono al Dirigente Scolastico un “Macro Progetto” entro la scadenza annualmente indicata.

 

4. Il DS, sentita la DSGA, valuta preventivamente la sostenibilità finanziaria: se necessario, convoca il coordinatore o la FS proponente per un chiarimento, un ridimensionamento o il ritiro del progetto.

 

4. I Progetti verranno quindi inseriti nella bozza del POF predisposta dal Collegio Docenti che provvede ad una opportuna valutazione degli aspetti didattici di ogni singola Azione ed una scelta in termini di priorità.

 

5. Il POF così predisposto dal Collegio Docenti è sottoposto all'approvazione del Consiglio d'Istituto che, avendo competenza sugli aspetti organizzativi e finanziari, potrà anche effettuare qualche modifica. Da questo momento i Progetti diventano operativi e si può passare alla fase esecutiva.

 

6. E' possibile che alcune Azioni richiedano, per loro natura o urgenza, esecuzione tempestiva già all'inizio dell'anno scolastico, prima dell'approvazione del POF: il Collegio dei Docenti potrà in questo caso deliberarne l'approvazione con procedura d'urgenza ed il DS potrà avviarle immediatamente.

 

7. Le Azioni che sono rivolti alle classi necessitano anche della delibera del Consiglio di Classe completo di tutte le sue componenti.

 

8. Le azioni onerose per le famiglie che si svolgono in orario curricolare richiedono, per la loro attivazione, il consenso preventivo e l'impegno formale al pagamento di TUTTE le famiglie della classe. In caso contrario l'Azione non verrà avviata.

 

9. Le azioni in orario extracurricolare che prevedono la partecipazione di singoli studenti richiedono la preventiva e tempestiva comunicazione alle famiglie, che devono formalizzare l'accettazione per iscritto. In caso di richiesta di contributo è necessario anche il preventivo versamento della quota, a totale copertura dei costi.

 

10. Una volta che le Azioni siano state approvate e inserite nel POF, il docente responsabile riceverà dal DS la lettera di affidamento d'incarico che formalizza il ruolo del Responsabile e dà diritto all'eventuale retribuzione accessoria dopo presentazione e validazione della rendicontazione finale. Le attività svolte in orario curriculare normalmente non rappresentano titolo per accedere al Fondo di Istituto.

 

B. Fase Operativa

 

1. Possono essere realizzate solamente le attività previste nel POF o riconducibili a “Macro Progetti” del POF.

 

 2. Ogni attività che comporta riscossioni e/o pagamenti verrà sottoposta alla DSGA per l’esame preventivo di compatibilità finanziaria e quantificazione delle quote pro-capite.

 

3. Le attività che prevedono l’intervento di esperti esterni alla scuola devono essere precedute da relativo contratto di collaborazione (se l’intervento è oneroso) o di autorizzazione all’ingresso (se a titolo gratuito).

In caso di intervento a titolo oneroso, non è possibile invitare direttamente l'esperto ma occorre una “procedura comparativa” come previsto dal D. Lgs. 165/2001 art. 7: la fase istruttoria è curata dalla DSGA. In fase di progettazione occorre indicare chiaramente le esigenze su cui impostare la ricerca dell'esperto.

 

4. Per le attività che richiedono l’uso di spazi della scuola, occorre sentire in anticipo la DSGA in modo che possa organizzare un adeguato servizio dei Collaboratori Scolastici, e prenotare tali spazi secondo le procedure ordinarie (solitamente tramite Registro Elettronico).

 

5. Ogni attività che prevede l'uscita degli alunni dalla scuola, tanto in orario scolastico quanto extrascolastico, deve essere comunicata adeguatamente alle famiglie: la firma di presa visione deve essere diligentemente verificata dall'organizzatore dell'attività.

 

6. La fase esecutiva di ogni attività progettata deve essere comunicata agli interessati e autorizzata dal dirigente con apposita circolare (vedi la voce seguente).

 

Circolare

 

La “forma” (grafica/colori/carattere/impaginazione) è quella del format standard della scuola (vedi area riservata del sito come sopra). Il progettista avrà la cortesia di redigere la bozza e sottoporla con congruo anticipo rispetto alla data dell’attività all'ufficio di presidenza (staff@girardicittadella.it) che provvederà, dopo i necessari adattamenti, a pubblicarla. Deve sempre riportare la firma del dirigente e del responsabile di progetto. Essa ha:

  • funzione autorizzatoria;

  • costituisce atto che rappresenta ordine di servizio per tutti i soggetti coinvolti;

  • fornisce istruzioni operative per la realizzazione dell’iniziativa;

  • contiene eventuali istruzioni per il pagamento, in caso di attività con oneri a carico delle famiglie;

  • può contenere un tagliando di adesione/conoscenza/pagamento da restituire all’organizzatore.

 

C. Rendicontazione

 

Al termine delle attività e, in ogni caso, entro il termine delle lezioni dell'a.s., il Coordinatore o la Funzione Strumentale proponente, insieme al docente responsabile, deve presentare al dirigente la rendicontazione del progetto secondo il modello disponibile nell'area riservata del sito alla sezione Modulistica. In essa, oltre alla descrizione degli obiettivi raggiunti e della valutazione complessiva della ricaduta del progetto, verranno riportate analiticamente tutte le attività debitamente documentate che richiedono liquidazione nei termini e nei limiti di quanto specificato nella lettera di affidamento d'incarico.

 

 

Il Dirigente Scolastico

Francesco Merici

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web - Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia; rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-3.0 Unported di Creative Commons.