Tu sei qui

La risposta di Giacinto

Contenuto in: 

Caro Carlo,
grazie delle belle parole che mi hai rivolto, mi hai commosso! Abbiamo percorso insieme questi ultimi 3 anni e devo riconoscere che ci sai fare.
Sei arrivato qui che sembravi un prof di prima nomina, ma piano piano ti sei guadagnato la stima di tutti.
Ho imparato ad apprezzare le tue doti umane e professionali e il tuo stile direttivo elegante e garbato.
Con te ho superato la boa dei 50 anni.
Con te mi sono sentito davvero una “comunità di persone e di intenti”. Ti confesso che nei corridoi ed alle macchinette del caffè ho sentito spesso parlar bene di te. Sei riuscito a spedire i miei ragazzi in giro per l'Europa e ascoltare i loro genitori facendoli sentire "di casa". Hai tenuto alto il mio buon nome: di noi ha parlato bene persino la fondazione Agnelli!
Mi hai dato tanto, ma con una vena sottile di soddisfazione penso di averti dato tanto anch'io.
Ed ora che hai imparato a fare il preside, ti lascio andare.
Vai pure altrove a spandere allegria, a promuovere progetti e iniziative, ad aprire strade per i figli degli altri. Buona fortuna!
Io rimango qui, non mi sposto di una virgola. Ed aspetto il tuo successore. Mi hanno detto che è una donna, una stimata dirigente che già conosce e ama la mia Cittadella. Una che si spende senza misura per l'istituzione e per i suoi ragazzi. Una che parla bene del suo liceo e dei suoi docenti.
Non vedo l'ora di conoscerla di persona.
Non offenderti, ma mi sta già simpatica.
E sono sicuro che farà anche meglio di te.

Il tuo riconoscente Giacinto

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web - Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia; rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-3.0 Unported di Creative Commons.